Napule è mille bic’uclette…

event_2660547.jpgNapoli“Un Critical Mass a Napoli? Ma lì ti sparano…” E più o meno quello que me diceva la gente quando parlavo di questo progetto. Però, da quando avevo partecipato al Critical Mass di Milano, subito avevo pensato che sarebbe bellissimo di organizzarne uno a Napoli. Ma Napoli è un’altra cosa. Delle bici a Napoli, ci credete voi? Vediamo..

Sono arrivato a Napoli da Capri con il traghetto. Sono stato invitato dal circolo Legambiente Centro Storico. La loro attività principale è di organizzare delle visite guidate del centro storico. Poi ho parlato del mio viaggio. E quando ho raccontato del Critical Mass di Milano, c’è Alfredo che si entusiasmato. “Dai, lo facciamo anche noi!” Come no! L’occasione è troppo bella. In quattro giorni, abbiamo conttatato tutti i ciclisti possibili di Napoli e dato appuntamento per il sabato mattina a Piazza Plebiscito. Ero molto curioso di vedere quante bici riusciremmo a raggruppare. Ci vuole almeno una ventina di bici per raggiungere la massa critica, cioè riuscire a fare una gruppo abbastanza grosso per farsi rispettare dalle macchine. Ma una ventina di bici a Napoli, non è cosi facile da trovare. Così arrivando su Piazza Plebiscito il sabato mattina ero un po’ ansioso. Forse siamo stati troppo ambiziosi. Sulla piazza prima non vedo niente bici. Tutta la piazza è occupata da un raduno di moto di polizia. Poi queste moto che chissa facevano qui se ne vanno via, e dietro vedo una bici, due bici, decine di bici! Più di una quarantina di bici! Non sapevo che ci fossero tante bici a Napoli. E continuano ad arrivare. Anche gli amici della FIAB di Caserta sono venuti. Ci guardiamo tutti sorpresi di essere in tanti. event_2660495.jpg

Benissimo. E adesso tutti in gruppo e avanti per le strade le più incasinate di Napoli! Direzione Corso Umberto I. Alcuni ciclisti sono impariti quando vedono che andiamo in questa direzione. Perché tutti sanno a Napoli che queste strade sono il territorio esclusivo della macchina. Solo un pazzo ci si rischierebbe con la bici. Si, ma quaranta pazzi insieme, cambia tutto! L’unica cosa da fare è di rimanere in gruppo compatto. Perché un ciclista isolato, le macchine se ne fregano, Il ciclista deve lasciarle il passaggio. Ma davanti a un gruppo di quaranta ciclisti, ci ripensano. E così, miracolo! la strada si apre davanti a noi! Noi prendiamo tutta la larghezza della strada così le macchine rimangono bloccate dietro di noi, e i motorini bloccati dietro le macchine. Le macchine non potendo più passare, la strada si libera davanti a noi. Incredibile, funziona..

event_2655666.jpg

Tra i ciclisti, c’è prima un momento di sorpresa, e poi l’allegria arriva. È bellissimo! Arriviamo a Piazza Garibaldi. Non avrei mai osato andare da solo con la bici a Piazza Garibaldi. Ma questa volta, davanti a questo grosso gruppo di bici che arriva, le macchine si fermano e ci lasciano passare! Attraversiamo la piazza in tutta tranquilità, senza stress.

Alcuni ciclisti mi racontano che loro ce l’avevano la bici ma non avevano mai osato usarla in città. È la prima volta che possono usare la bici nel centro. È proprio questo lo scopo di un Critical Mass : Riappropriarsi la strada. “La strada siamo noi!”

event_2655715.jpg

Saliamo poi verso Piazza Carlo III. Facciamo due volte il giro della piazza, così per il piacere. La gente sui marciapiedi è sorpresa anche, ma sembrano piuttosto contenti anche loro. C’è un’aria di allegria in città! Oviamente, ci sono alcune macchine che non sono contenti, ma molto di meno che a Milano. Forse perché qui, gli guidatori sono così abitati ad essere bloccati nel traffico, che un po’ di casino in più non è che cambia gran’chè per loro.

event_2667132.jpg

Adesso Via Foria. Davanti a noi, la strada è vota di macchine. Non l’ho mais visto così. Passando davanti all’Orto Botanico si respira la freschezza degli alberi, la strada è più silenziosa. Un attimo di calma nella città. Davanti a noi, mezzo alla strada c’è un cavallo con un carrello, uscito da non si sa dove. È bella Napoli! Piazza Cavour, Piazza Dante. Finalmente raggiungiamo un ingorgo di macchine che ci bloccano anche noi. Rittorno dello smog. Passiamo via Toledo e per finire rittorno a Piazza Plebiscito. Tutti contenti, niente feriti… Era cosi bello che tutti lo vogliano rifare. Appuntamento fra un mese, sabato 22 dicembre, sperendo di essere sempre più numerosi… Adesso ci credete che Napoli è bella con la bici?

event_2655590.jpg

event_2655769.jpg

E se volete altre foto, andate su questo link : http://beppegrillo.meetup.com/10/photos/?photoAlbumId=254564&photoId=2655586

Annunci

2 commenti »

  1. Livio said

    Carissimo Yuri,
    Ho partecipato alla Critical, abbiamo pedalato insieme per un pò, e sono molto colpito dalla tua iniziativa (ed anche un pò invidioso, visto il tuo giro per l’Italia in bici).

    Devo però parzialmente smentirti: non tutti i ciclisti di Napoli hanno paura di girare in città col loro mezzo di trasporto ad energia umana.

    Ed io, fra gli altri: ho svolto una consulenza in quel di Ponticelli per quasi due anni: e, tranne nei giorni di pioggia intensa, sono andato (e tornato) ogni giorno con la bici.

    Percorso di 18km da ovest ad est, e viceversa: Soccavo, Fuorigrotta, Via Caracciolo, Corso Umberto, Piazza Garibaldi, CDN, Poggioreale, Macello, S.Giovanni, Ponticelli.

    Ed acuni giorni il percorso variava (per motivi di servizio o semplicemente per cambiare un pò) e mi portava a passare per il Vomero, Salvator Rosa, Piazza Cavour, Via Foria, Piazza Carlo Terzo.

    Riassunto: 7000km, 1 caduta per brecciolino sull’asfalto, tanti raggi rotti per fossi e sanpietrini mancanti, 1 automobilista “distratto” che mi ha leggermente ammaccato il parafango posteriore. Ma tanta libertà, attività fisica (circa 100minuti al giorno), orari certi (50minuti, contro i più di 90′ -in media- andando con l’auto), carburante risparmiato (e non è poco)…

    Continua così (ci vediamo il 22)

    Livio

  2. Maurizio said

    Bellissimo il resoconto Yuri!! …e complimenti per l’italiano fitto di vocaboli e ben articolato!!

    Continueremo alla grande con la prossima critical il 22 dicembre!!
    Si sta scatenando improvvisamente una bellissima energia e una fortissima speranza intorno al magico immaginario collettivo di cittadini che vivono la città in bici… e tu sei stato uno degli artefici!

    Spero di vederti ancora

    Maurizio

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: